Il blog di Localiditalia.it

Stranezze d'Italia: Laghetti di Marinello

In provincia di Messina una laguna salmastra che cambia continuamente aspetto 

Condividi

Una laguna che cambia forma secondo la direzione del vento e la forza delle maree? Esiste! Si trova in Sicilia, in provincia di Messina ed è il luogo che vi presentiamo oggi, per la Rubrica Stranezze d’Italia.

Siamo in località Oliveri, all’ombra del promontorio di Tindari. Qui si trovano i Laghetti di Marinello, nella Riserva Naturale Orientata Laghi di Marinello. In realtà si tratta di una laguna di acqua salata che cambia forma sotto la spinta del vento e delle maree e in questo modo è anche il numero stesso dei piccoli bacini a variare. Di norma, la riserva è composta di sette laghetti, separati da loro solo da sottili strisce di sabbia bianchissima che, in virtù della loro conformazione, sono costantemente soggette alle mareggiate. Che significa? Ogni giorno o addirittura in momenti diversi della giornata vi potrete trovare davanti degli scenari nuovi e sorprendenti!Questo scenario unico è il risultato di una serie di interventi umani nell’idrogeologia del luogo, a valle del torrente Timeto. Dal 1988 è nata la Riserva Orientale dei Laghetti di Marinello che oggi è uno dei maggiori esempi di paesaggio lagunare d’Italia.

Non va dimenticata l’importanza della Riserva nella preservazione di flora e fauna locali. Per quanto riguarda quest’ultima, ricordiamo il ghiozzetto macrocefalo, la bavosa pavone, il pesce ago.La flora è quella tipica della macchia mediterranea, composta perciò da euforbia, mirto, canne, capperi e fichi d’india.

Alla Riserva sono legate anche una serie di storie e leggende, tra le quali particolarmente famosa è quella legata alla Grotta di Donna Villa, che si addentra nella sommita´del monte alle spalle dei laghetti. Si tratta di un luogo difficile da raggiungere e all’interno ricco di cunicoli e pareti che appaiono graffiate. So racconta che fu abitata da una strega che, subita una delusione d´amore, attirava a se´i naviganti per poi ucciderli.
La storia dei Laghetti appare legata anche a quella del Santuario di Tindari, meravigliosa costruzione variopinta che sorge sulla sommità del colle omonimo e domina i Laghetti di Marinello.  Nel 1982 le maree tracciarono un lago dal profilo sembiante ad una donna con bimbo in grembo, che la fede popolare attribuì alla madonna nera venerata nel Santuario.

Immagine da Wikimedia

Parole chiave