Il blog di Localiditalia.it

Itinerari d'Italia: Lucca

Cosa non dovete perdervi nel capoluogo toscano

Condividi

Oggi vi portiamo in Toscana, a Lucca,  città lontana dai classici percorsi turistici eppure ricca di tesori da scoprire, architettonici, naturalistici e , ovviamente, gastronomici. A Lucca è legato il Lucca Comics, l’evento più importante in Europa del mondo dei fumetti e del fantasy e il Lucca Film Festival, importante rassegna cinematografica. Non dimentichiamo, pure, che la città ha una storia antichissima: fondata dai romani, conserva un impianto medievale come si vede dalla cinta muraria che ne incornicia il centro storico. Lucca è una città ospitale, facilmente visitabile a piedi o in bici e con un'eccellente gastronomia e dintorni ricchi di natura e di storia.

Scopriamo cosa non potete perdervi nella vostra visita a Lucca.

Come tutte le città medievali, anche Lucca vantava di centinaia di torri. Oggi, solo due sono visitabili e tra queste c’è la Torre Guinigi, simbolo della città nonché punto panoramico privilegiato per ammirarla dall’alto. La particolarità di questa torre è che alla sua sommità ha un piccolo giardino di lecci: vale la pena affrontare i 230 scalini!

Più alta è la Torre delle Ore, che custodisce alla sommità un grandioso orologio meccanico del XVII secolo, tuttora funzionante. Le mura medievali che circondano la città sono ammirate in tutto il mondo in quanto le uniche ad essere arrivate intatte fino ai giorni nostri. Oggi per Lucca rappresentano un giardino urbano, uno spazio aperto per trascorrere il proprio tempo libero tra passeggiate, attività sportiva e incontri. 

Tornando al centro, assolutamente imperdibile è la Chiesa di San Michele in Foro, chiamata così perché sorge dove anticamente si trovava il foro romano, altro simbolo della città. Esempio di gotico romano, si distingue per l’altissima facciata monumentale, sormontata da una statua dell’arcangelo Michele, intento a sconfiggere un drago. A Lucca si racconta che in particolari condizioni di luce si scorge uno scintillio verde provenire dalla statua. Seconda chiesa per importanza è il Duomo di San Martino, molto affascinante per l’asimmetria degli esterni e la loro policromia. Al suo interno è da vedere il sarcofago di Ilaria Del Carretto, capolavoro di Jacopo della Quercia.

A Lucca c’è anche una delle piazze più belle d’Italia e il vero cuore di Lucca, anche per i numerosi locali che ospita: Piazza dell’Anfiteatro. Come suggerisce il nome, riprende l’antico tracciato dell’anfiteatro romano e la sua particolarità è che ci si può accedere solo attraverso quattro piccole porte a volta: splendida!