Il blog di Localiditalia.it

Primavera della mobilità dolce: Giornata delle ferrovie delle Meraviglie

Un viaggio tra le linee ferroviare abbandonate, alla scoperta di borghi e paesaggi inediti.

Condividi

Per oggi lasciamo da parte la classica programmazione del blog per parlavi di un evento particolare, che coinvolge tutta la penisola: la Primavera della mobilità dolce.

La manifestazione è promossa da A.Mo.Do –Alleanza della Mobilità Dolce – rete che unisce circa 30 associazioni italiane impegnate nella promozione della fruizione lenta del paesaggio italiano. Cosa si intende per fruizione lenta? Parliamo di camminare, pedalare, scoprire tesori e bellezze dell’Italia più nascosti, borghi arroccati e ferrovie dimenticate. Grazie ai numerosi partner il calendario è ricchissimo e prosegue fino al 21 giugno, con manifestazioni per tutti i gusti.

Chi ama camminare, ad esempio, non potrà perdersi la decima edizione del Mese nazionale dei cammini francigeni (proprio Maggio) con eventi in tutta la Penisola, Isole comprese. Tra le iniziative sicuramente più originali, ricordiamo un cammino sul Sentiero degli Dei che collega Bologna con Firenze, oppure l'inedita Navigazione sul Naviglio Grande a Milano o un' escursione a cavallo sul Vesuvio

Questi sono solo pochi esempi del ricchissimo calendario di manifestazioni e in questa agenda si inserisce l'evento di cui vogliamo parlare oggi : La Giornata delle Ferrovie delle Meraviglie. Si tratta per la precisione di due giornate, proprio oggi e domani, 26 e 27 Maggio, dedicate alla riscoperta dei binari abbandonati, percorsi da treni turistici e storici alla scoperta dei borghi e dei paesaggi attraversati dalle ferrovie. Ci sono oltre 1400 km di linee ferroviarie dismesse ed abbandonate da tempo in Italia, linee che potrebbero essere riaperte per servizi turistici ed in alcuni casi anche per residenti e pendolari.

In Irpinia si terrà l’evento centrale della manifestazione: il viaggio inaugurale per la riapertura della linea Avellino-Rocchetta Sant’Antonio, nell’elenco delle prime 18 tratte ferroviarie turistiche italiane. Dichiarata di interesse culturale, è difatti il primo esempio di tutela diretta rivolto ad un tracciato ferroviario storico del territorio nazionale.

Non solo, domenica 27 Maggio tornerà a sbuffare il treno storico delle Ferrovie della Calabria che attraversa le magnifiche Vette della Sila :un locomotiva a vapore FCL353 trainerà le carrozze a terrazzini degli anni ’20. In Sardegna sono due i treni a ripartire per l'occasione: un archeotreno a vapore da Cagliari a Carbonia e ritorno e il trenino verde della Sardegna. A Siena invece, sempre il 27 maggio, si potrà salire a bordo del Treno degli Etruschi, una locomotiva a vapore che attraverserà i paesaggi spettacolari delle crete senesi. 

Per maggiori informazioni rimandiamo al sito ufficiale.

Parole chiave