Il blog di Localiditalia.it

Itinerari d'Italia: Viterbo

Cosa vedere nella splendida città laziale dei papi.

Condividi

Il giovedì si comincia a pensare al fine settimana finalmente alle porte e non a caso il blog di Localiditalia riserva questo giorno alla Rubrica Itinerari d'italia. Oggi vi portiamo nel Lazio, a Viterbo, città antichissima e ricca di storia e architettura ma anche di dintorni

Viterbo è definita da secoli la città dei Papi, in memoria del periodo in cui fu sede papale e il suo assetto porta i segni di quel fasto, pur avendo la città origini ancora più antiche, che risalgono agli etruschi.

La prima cosa da visitare nel capoluogo della Tuscia è sicuramente il Palazzo dei Papi, il monumento simbolo della città: fu costruito tra il 1255 ed il 1266 in stile romanico. Successivamente ad esso fu annesso un elegante loggiato in stile gotico, la Loggia dei Papi, allo scopo di ingentilire le forme squadrate dell’edificio. Al palazzo si accede tramite una spendida scalinata decorata ed è possibile visitare i magnifici interni prenotando una visita fuidata. con lo stesso biglietto del palazzo, avrete accesso anche al Museo del Colle del Duomo, dove sono conservate le opere dei più importanti artisti viterbesi.

Dopo aver visitato il palazzo, tappa d’obbligo è la Cattedrale di San Lorenzo, che si affaccia sull’omonima piazza. La costruzione dell'edificio risale al XII secolo, ma furono effettuati molti interventi di restauro a seguito dei bombardamenti degli alleati nella Seconda Guerra Mondiale. All’interno della chiesa è custodito il sarcofago di Giovanni XXI e molto affreschi e dipinti di gran fattura e un prezioso Coro Barocco.

Se avete scelto di trascorrere del tempo a Viterbo, siamo certi che amate l'arte e la storia. E allora non potete non visitare il quartiere medievale della città, Quartiere San Pellegrino. Vi troverete in un isola di edifici, torri e case a ponte e passerete sotto strade coperte e strettoie molto suggestive. 

Vi ricordiamo che a pochi chilometri da Viterbo, nella zona della Tuscia, si trova un luogo unico al mondo, “La villa delle Meraviglie", meglio conosciuta come Il parco dei Mostri o Sacro Bosco di Bomarzo di cui abbiamo parlato poco tempo fa sul blog.

Fra i vicoletti delle centralissime Via Cavour e Piazza del Plebiscito troverete molte osterie tipiche viterbesi dove gustare alcuni piatti tipici, tra cui ricordiamo l'acquacotta, una zuppa a base di cipolla, olio, pomodoro, uova, pane raffermo e pecorino e i lombrichelli conditi con sughi a base di cacciagione, tutto accompagnato da un buon bicchiere di Montefiascone.