Il blog di Localiditalia.it

Ciak si gira: Vacanze romane

Le location romane dell'indimenticatibile film con Audrey Hepburn e Gregory Peck.

Condividi

Per la rubrica Ciak si gira oggi parliamo di un vero e proprio cult, Vacanze Romane, indimenticabile pellicola del 1953 con Gregory Peck e la meravigliosa Audrey Hepburn.

Per rinfrescarvi la memoria… Ann (la Hepburn) è una principessa incaricata di affrontare un viaggio diplomatico ma, esausta, decide di sottrarsi ai suoi obblighi regali per andarsene da sola in giro per Roma. Incontra così un giornalista americano (Peck) che, fiutando lo scoop, finge di ignorare la vera identità della principessa. Ma il piano fallisce non appena tra i due sboccia l’amore tra le strade della Capitale.

Il film è una vetrina su Roma, che con le sue meraviglie architettoniche fa da sfondo alla storia d’amore. Vacanze Romane si apre nella dimora della principessa, ambientata a Palazzo Barberini, lussuosa dimora seicentesca nel centro storico della capitale, la cui facciata fu realizzata da Bernini. Oggi il Palazzo è sede della Galleria Nazionale d’Arte Antica, che accoglie più di 1.400 opere di grandi artisti. L’inizio vero e proprio della “vacanza romana” di Ann, avviene con l’incontro con Joe presso via della Curia, con lo splendido Arco di Settimio Severo sullo sfondo. I due, a bordo di un taxi, arrivano in via Margutta e da qui iniziano a passeggiare tra i luoghi più famosi di Roma. Ecco la Scalinata di Trinità dei Monti, il Pantheon dove i due siedono ai tavoli del “Caffè Rocca” e la Fontana di Trevi. La principessa andrà a tagliarsi i suoi lunghi capelli in un negozio in via della Stamperia, proprio nei pressi della Fontana.

La scena più famosa e che viene in mente a tutti parlando del film è però quella del famoso giro in Vespa.

Si riconoscono la via del Teatro di Marcello, con Vittoriano sullo sfondo, il ColosseoVilla Medici, la chiesa di Trinità de' Monti, via Sistina (con la loggia di palazzo Zuccari), piazza Venezia, piazza del Gesù largo di Torre ArgentinaUn’altra scena celebre del film è girata presso la Bocca della Verità: qui Gregory Peck infila la mano nella fessura, facendo finta di averla persa e nascondendola nella giacca. una curiosità: questa scena fu un'improvvisazione dell’attore, perciò la reazione della Hepburn, che grida e cerca di aiutarlo è del tutto vera! Il film si conclude con la conferenza stampa della principessa girata all’interno del meraviglioso edifico settecentesco che è palazzo Colonna.