Il blog di Localiditalia.it

Ciak si gira: Ladyhawke

Le location italiane del cult fantasy.

Condividi

Per la rubrica Ciak si gira di questa settimana, parliamo di un film cult del genere fantasy: Ladyhawke. La pellicola del regista americano Richard Donner uscì nel 1986 e comprende un cast d’eccezione, tra cui una giovanissima Michelle Pfeiffer. Forse non tutti sanno che il film è girato quasi interamente in Italia tre le province di Cremona, Parma, Piacenza e Massa Carrara e in Abruzzo. La telecamera esplora luoghi nascosti e poco conosciuti della nostra penisola che è quasi irriconoscibile, tra gli affascinanti castelli e borghi medievali, paesaggi incontaminati. Oggi vedremo due delle location principali e indimenticabili che fanno da scenografia al film.

Trama

Ladyhawke è ambientato nel XIII secolo e narra di un ladro, Philippe Gaston, che fugge dalle prigioni di Aguillon e viene aiutato dal Capitano Navarre, innamorato della giovane Isabeau. La ragazza è famosa per la sua bellezza ed è così ambita che la sua relazione con il Capitano Navarre attira le gelosia del vescovo della città. Questi lancia su di loro una maledizione: di giorno Isabeau si trasforma in un falco e al tramonto è invece Navarre a trasformarsi in un lupo. Il ladro, assieme allaiuto di un vecchio frate, cercherà di rompere questo sortilegio.

Luoghi

Prima di tutto, una curiosità: in lingua originale (inglese) la località da cui Philippe evade, è Aquila ma nel doppiaggio italiano è diventata Aguillon, in modo da assumere dei richiami francofoni. Ma veniamo a noi. Nelle prime scene del film assistiamo alla fuga del ladro Philippe, rinchiuso nella fortezza di Aguillon. Si tratta della Rocca Sforzesca di Soncino, in provincia di Cremona, uno splendido castello del cinquecento ben conservato, che domina il paese lombardo. Fino al 2016, ogni 25 aprile, si è svolta una festa chiamata Soncino Fantasy, durante la quale la Rocca veniva allestita a tema fantasmedievale, con attori in costume, bancarelle e attività per bambini.Castell’Arquato, paesino situato in provincia di Piacenza, conserva una splendida Rocca Viscontea e l’intero borgo medievale è quasi intatto. Qui è girata una delle prime scene del film, dove vediamo impiccati i condannati a morte del vescovo. Sempre a Castell’Arquato, la bellissima piazza del Municipio fa da location della processione guidata dal vescovo di Aguillon. Ogni anno si tengono in Castell'Arquato diversi eventi di rievocazione medievale tra cui i più noti sono la Cena medievale, Rivivi il Medioevo.