Il blog di Localiditalia.it

Borghi d'Italia: Grottammare

Il borgo delle Marche che si affaccia sulla splendida Riviera delle Palme.

Condividi

Per la rubrica Borghi d’Italia di questa domenica, restiamo nelle Marche, regione protagonista degli ultimi articoli del blog. Oggi vi parliamo di Grottammare, perla dell’Adriatico. Situata sulla Riviera delle Palme, in provincia di Ascoli Piceno è una località turistica balneare ma è allo stesso tempo ricca di storia e cultura, oltre che di natura anche selvaggia. Alle lunghe spiagge affollate di turisti si aggiunge un delizioso borgo medievale, raccolto su una collina rigogliosa, di aranceti e agavi. Grazie a queste peculiarità, Grottammare ha ottenuto vari riconoscimenti tra i quali spiccano la Bandiera Blu d’Europa per il mare e il diploma del Borghi più Belli d’Italia per il vecchio borgo medievale. È proprio quest’ultimo che ora guarderemo più nel dettaglio.

Il centro storico di Grottammare è un agglomerato di case e stretti vicoli medievali, chiamato dagli abitanti “Vecchio Incasato”. Passeggiando tra questi vicoli troviamo importanti monumenti, che ci raccontano un po’ della storia del paese. Ad esempio la cinquecentesca Chiesa di Santa Lucia, costruita sulla casa che diede i natali a papa Sisto V, per suo stesso volere. Il cuore del centro storico è Piazza Peretti, che si apre su uno splendido loggiato panoramico. Nella piazza si affaccia il il Teatro dell’Arancio, che in una nicchia della facciata contiene una statua del papa che risale al settecento. Qui è possibile ammirare anche la chiesa dedicata a San Giovanni Battista, al cui interno è allestito il Museo Sistino che espone oggetti del pontefice.

Spicca in cima al Vecchio Incasato, il Torrione della Battaglia, una rocca del XVI secolo che dal 2004 custodisce un museo dedicato allo scultore Pericle Fazzini, nato proprio a Grottammare nel 1913, autore della celebre Resurrezione nella Sala delle Udienze in Vaticano. Lo spiazzo dinanzi al Torrione della Battaglia si trova uno splendido affaccio sul mare, intitolato al pittore Giacomo Pomili, detto il Tarpiato. A questo artista, nativo di Grottammare, è dedicato un museo situato in Piazza Peretti. Nell'estate del 1868 il celebre compositore ungherese Franz Liszt soggiornò per sei settimane a Grottammare, ospite del conte Fenili. In onore del legame che si creò tra la città e il grande musicista si tiene a Grottammare il Festival Liszt. Ogni anno, attorno alla metà di agosto, giungono nella cittadina della Rivera della Palme musicisti da tutto il mondo.

(Foto:pizzodisevo 1937)