Il blog di Localiditalia.it

Borghi d'Italia: Fagagna

Il borgo friuliano noto per il formaggio...e per le cicogne!

Condividi

Chi segue il blog ormai saprà che domenica per noi vuol dire Borghi d’Italia. Oggi raccontiamo di Fagagna, in Friuli Venezia Giulia, paese inserito nella lista dei 100 borghi più belli d’Italia. Il paese, in provincia di Udine, è anche noto per il suo formaggio. Come di consueto, scopriamo cosa vedere nel borgo e i suoi sapori caratteristici.

Da vedere

A colpo d’occhio, spicca su una piana che domina le abitazioni di Fagagna, il Castello o meglio i tratti di mura rimasti le rovine di un torrione ed alcuni fabbricati, tra cui la chiesetta di San Michele. Il castello è difatti molto antico, parliamo del X secolo. Passiamo all’architettura religiosa, con la pieve di Santa Maria Assunta, probabilmente risalente al X secolo. L’esterno è in elegante stile romanico e all’interno si trova un fonte battesimale con un bassorilievo che risale al Cinquecento.Fagagna è anche natura, anzi la natura fa parte del paesaggio. Non è raro vedere cicogne su camini o pali della luce oppure, ovviamente, volare sopra le abitazioni. A questo elegante volatile è dedicato il “giorno della Cicogna”, in occasione della liberazione in volo delle cicogne, L’evento quest’anno si tiene proprio oggi, domenica 25 marzo, presso l’Oasi dei Quadris di Fagagna.Merita una visita proprio questa Oasi: qui si contano una settantina di esemplari di cicogna, insieme a ibis eremita.Passiamo ai musei, con il particolarissimo Museo della Vita Contadina di Cjase Cocèl che più che un museo ricorda un presepe vivente. Al suo interno sono stati ricreati tutti gli ambienti degli abitanti di un tempo, perciò troveremo: le merlettaie, la filatrice, il fabbro, il mugnaio, l’oste.

Cosa assaggiare

Come dicevamo all’inizio, è celebre il formaggio di Fagagna, prodotto dalla latteria sociale di Fagagna sin dal 1885: una delle prime strutture cooperative di tutto il Friuli. Il borgo si trova a pochi chilometri da San Daniele: questo vuol dire che anche a Fagnana trionfano salumi e in generale ricette a base di carne di maiale. Una particolarità di Fagagna sono le pietanze a base doca e, infine, i vini. Tra questi merita una menzione il Picolit, un vino prodotto dal conte Asquini sin da fine Settecento.