Il blog di Localiditalia.it

Borghi autentici d'Italia: Senerchia

Il borgo fantasma nella provincia di Avellino.

Condividi

Nel territorio dell’Alta Valle del Sele, a 600 metri sul mare sorge il borgo di Senerchia, ultimo baluardo della provincia di Avellino prima del versante salernitano.

Il borgo fantasma

Il borgo è stato violentemente colpito dal terremoto dell’Irpinia del 1980 e oggi è ancora lì, intatto ma in bilico allo stesso tempo. Le case, segnate da profonde crepe e dalla natura che è penetrata attraverso quelle fessure sono inerpicate sui fianchi rocciosi. Qui il tempo si è fermato e l’orologio che fa da varco simbolico all’ingresso del paesino, segna ancora le 19:32 del 23 Novembre.A dividere il centro abitato c’è un ruscello che regala un’atmosfera ancora più surreale al borgo fantasma: unica traccia di vita visibile. In cima al paese sorge il Castello di Senerchia, costruito tra il VIII e il IX secolo dai Longobardi, testimonianza dell’importanza strategica ed economica di Senerchia e della vicina Conza. Da visitare poi, c’è la chiesa di San Michele, edificata nel IX secolo, prezioso esempio di stile romanico.

L’oasi Valle della Caccia

Nel verde territorio del Parco Nazionale dei Monti Picentini, il più grande dei parchi regionali della Campania si trova l’Oasi Valle della Caccia, istituita dal Comune di Senerchia nel 1992.L'area si estende per circa 450 ettari e, a dispetto del nome, è un luogo protetto dal WWF, tra i più affascinanti e selvaggi dei Monti Picentini.Il sentiero è adatto a tutti: si tratta di una passeggiata nella natura incontaminata, circondati da faggi, querce e betulle e accompagnati solo dallo scrosciare del torrente Acquabianca, fino ad arrivare a una spettacolare cascata, che lascia a bocca aperta. Il percorso è perfetto anche per famiglie con bambini e l’accesso all’Oasi ha un costo di 2 euro. Al momento il parco è chiuso e riaprirà in primavera.

L’Oasi propone anche il "Sentiero Grotta Profunnata”, lungo più di 2 km in salita, che giunge all’ingresso di questa grotta a 950 metri sul mare. Qui è possibile godere del panorama sull’intera valle oppure esplorare la grotta con personale esperto e munito di attrezzatura speleologica. Per ulteriori informazioni consigliamo di visitare il sito ufficiale.