Il blog di Localiditalia.it

Itinerari d'Italia: cosa vedere a Genova

Guida alle bellezze della città ligure.

Condividi

Genova, capoluogo della Liguria, è una città di mare e cultura. Affacciata sul Mar Ligure, domina l’omonimo golfo, la sua storia è legata alla marineria e al commercio, sin da Medioevo.Cantata da poeti, scrittori e musicisti per il suo fascino, Genova ha un immenso patrimonio artistico e culturale: il suo nome è legato alla musica, con la Scuola Genovese, alla storia e alla letteratura, senza dimenticare la cucina. Tutte ricchezze queste che l’hanno resa Capitale europea della cultura nel 2004. In più il centro storico di Genova, con i suoi caruggi e il sistema dei Palazzi dei Rolli, sono stati dichiarati patrimonio dell’umanità UNESCO nel 2006. Scopriamo allora le tappe imperdibili di una visita a Genova.Simbolo della città e testimonianza del suo legame imprescindibile col mare è il suo faro, conosciuto come la Lanterna e domina il paesaggio, dalla collina sulla quale sorge. Fu costruito nel Cinquecento e così è rimasto: con i suoi 77 metri è il faro più alto del Mediterraneo. È possibile salire i 172 scalini che portano alla prima terrazza per ammirare la città e visitare l’annesso Museo della Lanterna.La zona del Porto Antico di Genova è stata riprogettata da Renzo Piano negli anni Novanta e da allora è centro turistico cittadino, sia per i negozi e i ristoranti che per l’ascensore panoramico, il Bigo, costruito a forma di antiche gru, tipiche di un porto. Non solo, il porto è anche accesso per la principale attrazione di Genova, lAcquario, il più grande in Italia e secondo solo a quello di Valencia in Europa. Ulteriore testimonianza dell’importanza del mare per Genova è Galata Museo del Mare, il più grande museo marittimo del Mediterraneo dedicato alla storia della navigazione.Per scoprire il fascino di Genova, che ha incantato per secoli i visitatori, non resta che passeggiare tra i suoi caruggi, il dedalo di vicoli che ne caratterizza il centro storico e scoprire i colorati scorci medievali oppure le creuze, stradine strette incassate tra i muri, cantate da De André, senza dimenticare la celebre Via Del Campo. Una passeggiata per le vie Balbi, Garibaldi, Lomellini e San Luca, le cosiddette Strade Nuove, patrimonio UNESCO, sorgono alcuni dei Palazzi dei Rolli, palazzi nobiliari cinquecenteschi finemente decorati, grande valore architettonico e artistico. Camminando nel centro storico, comparirà improvvisamente la Cattedrale di San Lorenzo, maestosa costruzione in stile gotico, che risale al XII secolo.

(Immagine da Pixabay)