Il blog di Localiditalia.it

Le location torinesi di Profondo Rosso

I suggestivi luoghi di Torino nel capolavoro di Dario Argento.

Condividi

Profondo Rosso non ha bisogno di presentazioni. Il celebre film del 1975 diretto da Dario Argento, è senza dubbio un cult del cinema italiano e capolavoro del genere thriller. La pellicola che consacrerà Dario Argento a «maestro del brivido made in Italy» è girata tra Roma e Torino. Oggi esploreremo i luoghi del capoluogo piemontese che si incontrano nella pellicola, scoprendo il lato più misterioso della città.

Trama

Il film si apre con un congresso sui fenomeni telepatici durante il quale Helga Ulmann, una sensitiva tedesca, percepisce che tra il pubblico è presente un omicida. Tornata a casa, Helga verrà trucidata e Marc Daly, un giovane pianista, assisterà all’omicidio.Si mette a indagare per conto proprio, aiutato dallamica Gianna, ma ben presto la situazione si complica ulteriormente: tutte le persone che potrebbero aiutarlo a risolvere il mistero rimangono vittime del killer.

I luoghi

La scena del congresso di parapsicologia che apre il film, è girata all'interno del famoso Teatro Carignano di Torino, costruito dai principi di Carignano alla fine del XVII secolo è uno dei luoghi simbolo della città. Lo stesso teatro verrà in seguito riutilizzato dal regista per alcune scene del suo film Non ho sonno. Tra l’altro le tinte scarlatte che caratterizzano il teatro e altri elementi del film, sono il motivo della scelta del titolo “Profondo Rosso”.L’ambientazione esterna più celebre e ricorrente è la Piazza CLN, dove abitano Marc e Helga. La piazzetta si trova nel centro storico di Torino ed è conosciuta anche come piazza delle Due Fontane per la presenza delle fontane scultoree che raffigurano i fiumi Po e Dora Riparia.Il Bar dove suona Carlo, nel film chiamato Blue Bar fu costruito per il film in omaggio al quadro Nighthawks di Edward Hopper. Vediamo in alcune scene anche la Galleria San Federico, edificio commerciale in pieno centro città, realizzato negli anni Trenta, che comparirà anche nella scena finale del film Giallo di Dario Argento. Chiamata nel film villa del bambino urlante, è Villa Scott in Corso Giovanni Lanza 57, a Torino, splendido esempio di stile Liberty Torinese, realizzata dall’ingegnere Pietro Fenoglio nel 1902. È la location più famosa e visitata dai fan del regista.

Dario Argento ha scelto la città di Torino come sfondo non solo per Profondo Rosso. È possibile scoprire questi e altri luoghi segreti scelti dal regista per le sue pellicole, partecipando al Tour Profondo Rosso.