Il blog di Localiditalia.it

Allacciate le cinture: Lecce nel film di Özpetek

Scopriamo insieme i luoghi della città salentina in cui è stato girato il film di Ferzan Özpetek.

Condividi

Allacciate le cinture è un film del 2014 diretto da Ferzan Özpetek con protagonisti Kasia Smutniak, Francesco Arca e Filippo Scicchitano. La pellicola è girata a Lecce, di cui abbiamo parlato qualche giorno fa nella nostra rubrica Itinerari d’Italia. La città è molto cara al regista turco-italiano, che vi ha ambientato molti dei suoi lavori a partire dalla commedia del 2009 Mine Vaganti. A suggello di questo connubio, nel 2010 il sindaco Paolo Perrone ha conferito la cittadinanza onoraria di Lecce a Özpetek .

Trama

Siamo a Lecce nel 2000. La protagonista della pellicola è Elena, una ragazza di 25 anni che lavora come cameriera in un bar con il suo più caro amico Fabio e l'amica Silvia, interpretata da Carolina Crescentini. Una vita qualunque insomma, che verrà sconvolta dall’arrivo di Antonio, con il quale Elena inizierà una relazione di passione. La narrazione si sposta poi a tredici anni più tardi: Elena ha ancora il suo lavoro, è madre di famiglia e questa volta la sua vita sarà sconvolta da un evento drammatico…

I luoghi

Dovunque tu metta la cinepresa a Lecce, è una bella inquadratura” parole di Ferzan Özpetek. In Allacciate le cinture infatti si susseguono zone più e meno conosciute della città, a cominciare dalla scena che apre il film, ambientata in piazzetta Sigismondo Castromediano. Anzi, alcuni luoghi di Lecce sono diventati noti proprio perché Özpetek li ha mostrati facendone scoprire la bellezza e il fascino.Luogo chiave su tutti è piazzetta Giusué Carducci, nel centro storico di Lecce, dove si trova il bar in cui all'inizio lavora Elena,La tarantola. Dopo il film ormai è conosciuta come piazzetta Özpetek ed è diventata una zona di ritrovo per i giovani, prima completamente ignorata. Circondata dal colonnato ottocentesco del Convitto Palmieri, nell’affascinante slargo si trova anche la Chiesa di San Francesco della Scarpa. L’aspetto attuale dell’edificio risale agli inizi del Settecento e all’interno sono conservati alcuni affreschi seicenteschi e una tela che ritrae San Francesco. Oggi la Chiesa è sconsacrata ed è sede di mostre ed eventi culturali.Elena, interpretata da Kasia Smutniak, abita nei dintorni della piazzetta, precisamente a Palazzo Tamborino Cezzi, splendida dimora del’500, nel centro storico di Lecce. L’edificio è un antico palazzo nobiliare, al cui interno si trova uno dei giardini segreti più belli di Lecce e un museo di oggetti preziosi.