Il blog di Localiditalia.it

Gli eventi della settimana di Carnevale

I festeggiamenti per il Carnevale entrano nel vivo, vediamo gli eventi da non perdere.

Condividi

Se la scorsa settimana le città si preparavano al Carnevale, questo weekend i festeggiamenti sono nel vivo. Vi segnaliamo gli eventi da non perdere in Italia per il weekend di Carnevale, dai più noti ai meno conosciuti.

Partiamo da Venezia, dove durante tutto il periodo di Carnevale si tengono nel centro storico spettacoli, mostre, manifestazioni. Quest’anno il tema del giocoè protagonista del Carnevale di Venezia 2018: all’evento Creatum Civitas Ludens, La Città che Gioca. Piazza San Marco, per loccasione, prende le sembianze di un grande circo. Domenica alle 11:00 è atteso il famoso Volo dell’Aquila. Lungo il viale del Lungomare di Viareggio domenica si terrà il terzo Corso Mascherato, una sfilata dei carri allegorici più grandi al mondo. Lo stesso a Putignano, in provincia di Bari, dove domenica alle 15:30 ha inizio la parata dei carri di Carnevale. Lungo Corso Guercino di Cento, provincia di Ferrara, oltre alla sfilata dei carri e delle maschere, sono previsti eventi anche serali come uno spettacolo con il comico di Zelig Gianluca Impastato. Ricordiamo che il Carnevale di Cento è gemellato con Rio de Janeiro e quindi è animato da un colorato gruppo di ballerine e percussionisti brasiliani.Domenica avrà luogo la prima delle tre Battaglia delle Arance in programma per il Carnevale Storico di Ivrea e la sera è previsto uno spettacolo pirotecnico.I centri storici di Acireale e Sciacca dalle 15:00 di domenica si riempiranno di maschere, carri allegorici e bande musicali.Meno conosciuto degli altri ma che merita di certo è il Carnevale Ladino che coinvolge i paesi della Val di Fassa, in Trentino. Qui i riti e le celebrazioni italiche si mescolano alle tradizioni di derivazione germanica: costumi tradizionali e fiori colorati sono i tratti distintivi di questo carnevale. Le maschere in legno, lavorate dagli artigiani locali finemente intagliate dagli scultori locali, si chiamano Facères”.Meno conosciuto ma particolare è anche il Carnevale di Satriano della Lucania, dove a sfilare non sono i carri tradizionali ma i Rumita. Il Rumita (eremita) è un uomo vegetale, albero vagante: è possibile partecipare a questa tradizione lucana e vestirsi da Rumita, diventando portavoci del messaggio ecologista che sottende l’evento.