Il blog di Localiditalia.it

Borghi autentici d'Italia: Copertino

La storia e i luoghi da visitare della piccola cittadina pugliese.

Condividi

Ci troviamo a pochi chilometri da Lecce, nel borgo di Copertino, una delle più suggestive cittadine della zona nord-occidentale del Salento. Inserito tra i paesi appartenenti alla Terra d’Arneo e immerso nello splendore della macchia mediterranea, Copertino è nota soprattutto per aver dato i natali, nel 1603, a San Giuseppe Desa, il santo protettore degli studenti e degli aviatori al quale tra l’altro è legata anche l'importante città americana di Cupertino. Nel corso dei secoli Copertino ha subito varie dominazioni, tra cui normanna e sveva, delle quali sono ancora visibili le tracce nelle bellezze architettoniche che offre il borgo, che oltre tutto vanta una tradizione gastronomica notevole.

Cosa Visitare

Ripercorrendo la vita del patrono San Giuseppe da Copertino, è possibile individuare alcuni degli edifici religiosi più importanti della cittadina. Primo fra tutti il Santuario francescano San Giuseppe da Copertino, edificato nel settecento e costruito inglobando la stalla in cui era nato il santo, dove ora ne è custodito il Cuore. San Giuseppe fu battezzato nella Chiesa Madre dedicata alla Madonna della Neve, altra costruzione di notevole bellezza, dove è possibile ancora vedere l’antica fonte Battesimale. L’edifico fu costruito nel 1088 dai normanni e poi ampliato soprattutto nel Cinquecento, quando fu realizzata l’imponente torre che lo caratterizza. Sempre nel centro storico si trova la cinquecentesca Chiesa di Santa Chiara, dove fra Giuseppe ebbe la sua prima estasi, che presenta dei sontuosi interni decorati in stucco.Ma Copertino è famosa anche per il suo imponente Castello, innalzato nel 1540 dall'architetto pugliese Evangelista Menga. L’edificio, circondato da un ampio fossato scavato nella roccia, ingloba al suo interno costruzioni di epoca precedente e si caratterizza per la sua pianta quadrangolare, ai cui vertici si innestano quattro enormi baluardi.

I sapori

Dai vigneti che circondano il borgo si ottiene il Copertino DOC che, nelle varianti di rosso o rosé, è un vino corposo, perfetto da abbinare ai piatti tipici del territorio. Tra questi ricordiamo le orecchiette, i passericchi formato di pasta propriamente copertinese, di solito conditi con le cozze, le pittule, che sono frittelle ripiene con baccalà o cavoli e vari tipi di verdure tra cui paparine e cicorie cotte a pignato”, cioè in contenitori di terracotta.

Eventi

Dal 7 al 10 marzo, nei borghi autentici di Gallipoli e Copertino, si terrà il Festival della Filosofia in Magna Grecia, un’esperienza didattica formativa dedicata agli studenti.Molto sentita è la festa patronale che si celebra dall'8 al 19 settembre e che chiude i numerosi eventi organizzati per l’estate che attirano molti turisti, tra cui il tipicissimo Festival dello Stornello.