Il blog di Localiditalia.it

La magia di un ombrello artigianale "made in Napoli", parola di Mario Talarico

Artigiani dal 1860 ed una passione tramandata da padre in figlio per ben cinque generazioni: i Talarico sono i maestri degli ombrelli artigianali prodotti nella bellissima via Toledo a Napoli.

Condividi

Non parliamo di un classico accessorio di vita quotidiana che serve solo per ripararsi dalla pioggia. Parliamo di pezzi da collezione più unici che rari, lavorati a mano con una cura del dettaglio e del particolare che rende ogni prodotto diverso dall’altro. Sono gli ombrelli che nascono nello storico laboratorio dei ‘Talarico’ in vico Due Porte in via Toledo a Napoli. Il laboratorio è il cuore di nascita di questi oggetti storici e preziosi mentre il punto vendita si trova proprio lungo la bellissima via Toledo. Dal 1860 i Talarico sono la famiglia di artigiani più in voga a Napoli. La loro importanza e la loro meritata bravura ha superato anche i confini nazionali portando il lavoro dei Talarico nelle grandi metropoli internazionali.

OMBRELLI TALARICO: STORIA DI UN LAVORO DI GENERAZIONI

Su un tavolo che ha oltre duecento anni lavora ancora Mario Talarico senior, di ben 84 anni che, chino nel suo laboratorio, è intento ad incidere i manici degli ombrelli di ‘casa’. La stessa passione è stata tramandata al nipote trentenne Mario Malarico junior. Questa passione viene trasmessa da padre in figlio da ben cinque generazioni ed è così che i Talarico sono rinomati nella città partenope come i più grandi ombrellai del mondo, artigiani da sempre cioè dal 1860.

Uomini della pioggia o anche ombrellai magici, i Talarico lavorano a mano ogni pezzo, rendendolo unico nel suo genere. La lavorazione artigianale e la scelta delle materie prime tutte made in Italy, rende questi ombrelli davvero prestigiosi. Sono così scelti tessuti in cotone con fantasie a righe o a pois. I manici possono essere in legno quale ciliegio, bambù, olmo, corniolo, frassino, nocciolo, castagno ma anche limone di Sorrento, ginestra del Vesuvio, canna di Malacca. Nomi che evocano ottimi profumi più che giornate uggiose e ricordano autori come Leopardi, Tasso e Salgari.

Il marchio Talarico è entrato anche nella storia della cinematografia italiana: in ‘Natale in casa Cupiello’ con Edoardo De Filippo si parla anche della nota ditta di ombrelli napoletana.

TALARICO: IL MARCHIO DEI VIPS

Nomi blasonati e altisonanti, personaggi dell’alta aristocrazia napoletana e non solo, grandi cariche politiche fino ad artisti del cinema e della televisioni. Tutti hanno un ombrello Talarico, pezzo unico. A testimoniarlo è la stella bottega che pullula di fotografie incorniciate di personaggi famosi che sono passati dai Talarico ed acquistato un loro ombrello. Parliamo di vips come:  Paolo Villaggio, Vincenzo Salemme, Toni Servillo, Christian De Sica e Luca De Filippo. Gli ombrelli Talarico sono finiti anche in casa Putin, scelti dallo stesso premier.

Personaggi famosi che, riconosciuto il prestigio e l’alta qualità di questi ombrelli sono stati disposti anche a pagarne solo uno circa 20 mila euro.

Tra le tante stranezze vip, c’è anche un ricco londinese che, per ogni Roll Royce in suo possesso ha ordinato ombrelli Talarico di colore diverso.

Un marchio di garanzia che, oltre ad essere orgoglio nazionale del ‘made in Italy’, è parte della storia napoletana.