Il blog di Localiditalia.it

Vino e olio di alta qualità: tutto made Firenze con l’Enoteca Bonatti

Tra gli esercizi storici di Firenze c’è l’enoteca Bonatti, rivendita di vino e olio lavorato artigianalmente, una garanzia dal 1934.

Condividi

Per chi vuole sorseggiare vino buono e degustare un ottimo olio, c’è l’enoteca Bonatti, nata nel 1934 nel cuore di Firenze. Uno degli esercizi storici della Toscana che da settant’anni non ha mai cambiato il leitmotiv di lavorare: serietà e qualità nella scelta e produzione.

FIRENZE: ENOTECA BONATTI

L'enoteca Bonatti nasce a Firenze nel 1934 come rivendita di vino e olio. Allora il vino arrivava in botti e veniva imbottigliato, direttamente sul posto nel classico fiasco, per soddisfare la richiesta di vino da pasto, allora molto forte. Questo tipo di lavoro richiedeva una grande esperienza e professionalità nell'acquisto delle partite di vino in quanto il consumatore abituale era un giudice molto severo sulla qualità e sulla bontà del prodotto. Non esisteva alcun marchio o denominazione a garanzia della qualità del vino: la garanzia era il rivenditore stesso.
Questo concetto elementare eppure impegnativo non è cambiato nell'arco di più di settanta anni di attività; quindi massima serietà e impegno nella selezione dei prodotti, un approccio semplice e informale verso i clienti.

STORIA DELL’ENOTECA

Se niente è cambiato in questi settanta anni nel modo di intendere la qualità e i rapporti tra le persone, quasi tutto è cambiato nel negozio di Via Gioberti (tranne, appunto, il locale di vendita).
Tre generazioni si sono succedute nella gestione del negozio; al fondatore Pasquale Bonatti si sono succeduti la figlia Sara e il marito Mario, fondamentali per lo sviluppo in senso moderno della rivendita di vini; attualmente l'enoteca è gestita da quattro amici: Roberto e Stefano, nipoti di Pasquale Bonatti, Luca e Selvaggio, appassionati coinvolti da più di dieci anni in bottega.
In enoteca si può trovare una selezione di vini e distillati provenienti da tutta Italia e dall'estero, con una particolare attenzione per la Francia.

Parole chiave