Il blog di Localiditalia.it

Cantine Garrone: vini, distillati, enoteca e B&b

Un ottimo vino che nasce dal lavoro paziente e collaborativo di ben 60 viticoltori che, membri dell’Associazione Produttori Agricoli Ossolani, hanno dato vita alla Cantine Garrone di Domodossola.

Condividi

Punta di diamante è il Prùnent, un nebbiolo tradizionale dell’Ossola. Parliamo delle Cantine Garrone nate dal lavoro combaciato di 60 viticoltori dell’Associazione Produttori Agricoli Ossolani. La sede centrale è in via Scapaccino n.36 a Domodossola, la produzione in via chavez n.12 a Crevoladossola e il B&b ‘Cà d’Matè’ in via Valle Formazza a Oira.

Vediamo nel dettaglio, l’azienda viticola.

CANTINE GARRONE

Così parlano di loro: “Noi della Cantina Garrone produciamo e commerciamo vino da sempre. Raccogliamo le uve migliori da una sessantina di viticoltori, piccoli e piccolissimi, aderenti all’Associazione Produttori Agricoli Ossolani, e le curiamo pensando al piacere della tua degustazione e ad un consumo conviviale responsabile.Il nostro maggiore orgoglio è il Prünent, nebbiolo tradizionale dell’Ossola, che vinifichiamo per la maggior parte in purezza. Proviene da vigne in prevalenza antiche, nelle quali albergano, anche, piante centenarie “a piede franco”.Abbiamo rilanciato la tradizione del vino d’Ossola e l’abbiamo declinata al presente, con una dedizione totale alla qualità, suggellata nel 2009 dalla Denominazione d’Origine”.

Da ormai vent’anni, insieme all’Associazione Produttori Agricoli Ossolani, siamo protagonisti di un progetto volto a far sì che la viticoltura in Ossola torni ad essere un’importante aspetto della nostra valle, un’emblema dell’innato rapporto che lega l’uomo alla propria terra. Oggi più di un tempo, la sola passione spinge un manipolo di tenaci contadini a faticare in piccoli vigneti inerbiti che si arrampicano su impervi terreni montani. Una passione pluricentenaria, riscoperta anche da giovani agricoltori, che permette la produzione di vini pregiati nei quali si ritrova il rispetto per la natura appartenente a tempi lontani. I vitigni sorgono su piccoli appezzamenti terrazzati, per la maggior parte coltivati nella tradizionale “Toppia” (pergola) sostenuta da antiche colonne di sasso. L’inaccessibilità e le piccole dimensioni dei vigneti rendono necessaria una lavorazione totalmente manuale, priva di fertilizzanti chimici e con trattamenti fitosanitari ridotti al minimo; le rese sono quindi molto basse, intorno ai 60 q.li per ettaro, ma è preservata l’integrità della pianta e del terreno.

PRODUZIONE

Per ricavare il meglio dal frutto del lavoro dei contadini ossolani, la nostra cantina di produzione, a Bisate di Crevoladossola, è dotata dei migliori mezzi che la tecnologia ci mette a disposizione. E’ inoltre energeticamente autonoma grazie ad un impianto fotovoltaico da 14kW e un impianto solare termico a tubi sottovuoto. Il Sole quindi, oltre a darci buona uva, ci permette di fare in modo che i processi produttivi non vadano in alcun modo ad intaccare l’aria e l’ambiente montano. Il nostro orgoglio è Cà d’Matè, una casa del 1500 a Oira di Crevoladossola, le cui antiche cantine a volta rimangono naturalmente in condizioni di temperatura e umidità ottimali all’affinamento dei vini. E’ qui infatti che Prünent, Cà d’Matè (che prende il nome dalla casa stessa) e Tarlap invecchiano in barriques e ovaline da 20 hL di rovere francese, affinchè raggiungano la maturazione necessaria alla perfetta espressione delle caratteristiche organolettiche ma soprattutto dei profumi tipici dei vini dell’Ossola.

Parole chiave